Home > Fanzone > Mondiali 2010 (parte II)

Mondiali 2010 (parte II)

OTTAVI DI FINALE

Uruguay – Corea del Sud 2 – 1: I sudamericani passano subito grazie ad un errore del portiere coreano che non intercetta un facile cross diForlan, per Suarez è troppo facile fare gol. Nel secondo tempo però è la Corea che acciuffa il pari con Lee Chung-Yong che approfitta di un’uscita allegra di Muslera. A 10 minuti dalla fine però è ancora Suarez che, con un gran diagonale a giro, batte il portiere coreano e regala il passaggio del turno a la “Celeste”.

Stati Uniti – Ghana 1 – 2: Sono proprio gli africani, gli unici rimasti a rappresentare il loro continente, a passare in vantaggio al 5′ con Boateng. Nel secondo tempo gli USA pareggiano grazie ad un rigore realizzato da Donovan. Si va ai supplementari, ma già al terzo minuto è A. Gyan ha segnare la rete decisiva che porta il Ghana nella storia insieme a Camerun e Senegal, le uniche squadre africane riuscite ad arrivare ai quarti di un mondiale.

Germania – Inghilterra 4 – 1: La partita più attesa degli ottavi, ed una delle più spettacolari dell’intera manifestazione. E’ la Germania a passare in vantaggio al 20′ con Klose che resite ad un difensore e batte il portiere in uscita. Passano 10 minuti ed un’azione da manuale dei tedeschi finalizzata da Podolski porta il risultato sul 2 a 0. 5 minuti dopo però arriva il gol inglese con Upson che di testa anticipa tutti ed insacca. Palla al centro ed un fantastico pallonetto di Lampard colpisce la traversa rimbalza dentro la porta ed esce, è gol per tutti tranne che per arbitro e guardalinee, subito torna alla memoria il gol in finale del ’66 sempre in Inghilterra – Germania, quella volta però il gol fu convalidato. Nel secondo tempo, dopo una traversa di Lampard su punizione, la Germania chiude il discorso con due contropiedi perfetti in 3 minuti, entrambi finalizzati dal giovane Mueller. Il risultato finale è un sonoro 4 a 1 per i tedeschi.

Argentina – Messico 3 – 1: i sudamericani passano per primi ma il gol di Tevez è in nettissima posizione di fuorigioco, che ne Rosetti ne il suo collaboratore Ayroldi non vedono. Poco dopo arriva il raddoppio con Higuain che approfitta di un errore di un difensore messicano e batte il portiere. Nel secondo tempo Tevez chiude i discorsi con un grandissimo tiro da 25 metri. I messicani cercano però almeno il gol della bandiera, e lo trovano con Hernàndez che si gira bene in area argentina e batte Romero, ma non basta. Vince l’Argentina di Maradona che passa ai quarti.

Olanda – Slovacchia 2 – 1: Gli orange passano per primi con Robben che, lanciato da Snejder, compie il suo solito implacabile movimento: finta a rientrare e batte il portiere sul primo palo. Nel secondo tempo entrambe le squadre spercano parecchie occasioni. A 5 minuti dalla fine Snejder realizza a porta vuota chiudendo il discorso, dopo una bellaazione di Kujit. A tempo scaduto alla Slovacchia viene concesso un rigore che Vittek realizza, ma ormai è troppo tardi.

Brasile – Cile 3 – 0: I brasiliani spazzano via i cileni grazi alle reti nel primo tempo di Juan, di testa, e di Luis Fabiano, dopo una splendida triangolazione con Robinho e Kakà. Nella ripresa chiude i conti Robinho, gli unici pericoli alla porta di Julio Cesar arrivano da Humberto Suazo, l’ultimo dei cileni ad arrendersi.

Paraguay – Giappone 0 – 0 (rig. 5 – 3): Brutta partita in cui entrambe le squadre, arrivate ad un appantamento storico, sono tese ed hanno paura di perdere. L’unico sussulto in tutta la partita è la traversa del giapponese Matsui nel primo tempo. Si arriva fino ai rigori in cui è decisivo l’errore di Komano, il rigore della vittoria lo realizza Cardozo che manda per la prim volta il Paraguay ai quarti.

Spagna – Portogallo 1 – 0: Partita gradevole con i portieri Eduardo e Casillas protagonisti di ottimi interventi sia nel primo chenel secondo tempo. A rompere l’equilibrio però ci pensa che il solito Villa che servito in area tira, Eduardo para, ma sulla respinta c’è ancora il “Guaje” a mandare il pallone sotto la traversa e poi in fondo al sacco. Il Portogallo non reagisce ed è addirittura la Spagna a sfiorare più volte il raddoppio. Al ’89 viene addirittura espulso il portoghese Ricardo Costa.

QUARTI DI FINALE

Olanda – Brasile 2 – 1: Un’altra grande lascia il mondiale, tocca al Brasile stavolta. Sono però proprio i verde-oro a passare per primi con Robinho che, servito alla perfezione da Felipe Melo, batte il portiere in uscita. Nel primo tempo è un monologo dei sudamericani che sfiorano più volte il raddoppio. Nel secondo tempo però è ancora lo juventino Melo il protagonista, in negativo però. Prima disturba Julio Cesar in uscita su un innoquo cross di Snejder, che termina in rete. Poi non chiude di testa ancora sul piccolo Snejder che svetta in mezzo all’area e realizza la rete del 2 a 1. Infine conclude il tutto con un’espulsione per un calcione a Robben. Il Brasile prova a pareggiare, ma il risultato non cambia.

Uruguay – Ghana 1 – 1 (rig. 4 – 2): Una delle partite più belle e ricche di colpi di scena dell’intero mondiale. Gli africani passano alla fine del primo tempo con un gran tiro da 30 metri,carico di effeto, dell’interista Muntari, che inganna Muslera. Nel secondo tempo però arriva il pareggio uruguaiano con Forlan che trasforma un bellissimo calcio di punizione da posizione defilata. Entrambe le squadre ci provano ma il risultato non cambia, e si va ai supplementari. Al 120′ accade di tutto, sugli sviluppi di una rimessa arriva la palla in area e si crea una mischia, su cui Suarez salva di mano sulla linea di porta, espulsione e rigore. Dal dischetto va A. Gyan, già autore di 2 reti dal dischetto in questo mondiale. Il suo tiro però colpisce la parte alta della traversa ed esce. Ai rigori Gyan si ripresenta e questa volta realizza, ma è decisivo Muslera che para su Mensah e Adiyiah, il gol vittoria lo realizza “il loco” Abreu con un “cucchiaio”. E finisce con in ghanesi in lacrime e gli uruguaiani che festeggiano il ritorno alle semifinali dei mondiali dopo 40 anni.

Argentina – Germania 0 – 4: I tedeschi mettono già la gara in discesa dopo 3 minuti con Mueller che colpisce di testa e batte Romero, non esente da colpe, sugli sviluppi di un calcio piazzato. Nel primo tempo non accade granchè con l’Argentina che non riesce a reagire. Nel secondo tempo dopo l’ammonizione di Mueller, che gli costerà la semifinale, arriva il raddoppio con Klose che realizza a porta vuota su assist di Podolski. E poi Friedrich a realizzare l rete del 3 a 0 appoggiando in rete dopo uno stupendo slalom di Schweinsteiger. Al 90′ è ancora Klose che conclude uno splendido contropiede, raggiungendo Gerd Muller al 2° posto della classifica assoluta dei mondiali, e fissando il risultato sul 4 a 0. Per la Germania è la 3° semifinale consecutiva. L’argentina torna a casa, con il pallone d’oro Messi rimasto a secco di gol per l’intera competizione.

Paraguay – Spagna 0 – 1:Nel primo tempo viene annullato un gol regolare al paraguaiano Valdez, per un dubbio fuorigioco. Nel secondo tempo accade di tutto, prima viene accordato un rigore per una trattenuta al Paraguay, dal dischetto va Cardozo, ma Casillas para. Capovolgimento di fronte e questa volta è la Spagna che può usufruire di un rigore, dal dischetto va Xabi Alonso che realizza, ma si deve ripetere. Questa volta lo spagnolo cambia angolo ma Villar ci arriva ed il risultato rimane in parità. A 5 minuti dalla fine però Iniesta serve Pedro che davanti al portiere colpisce il palo, il pallone arriva a Villa che tira, la sfera colpisce entrambi i legni, ed entra in porta. Storica vittoria per la Spagna per la prima volta in semifinale.

SEMIFINALI

Uruguay – Olanda 2 – 3:Sono gli olandese a passare con un grandissimo tiro di Van Bronckhorst che da 30 metri manda il pallone all’incorcio dei pali. Alla fine del primo tempo arriva il pari con Forlan autore di un gran tiro, anche lui da grande distanza, su cui però non è irreprensibile l’estremo difensore Stekelenburg. Nel secondo tempo però nel giro di 3 minuti l’Olanda mette a segno un 1-2 micidiale, prima con Snejder, che realizza con un diagonale deviato su cui però c’è la dubbia posizione di Van Persie, e poi con Robben, di testa su cross di Kujit. A tempo scaduto arriva la rete Pereira che fissa il risultato sul 3 a 2. L’Olanda torna in finale dopo 32 anni, e per la prima volta la finale sarà tra europee lontane dal vecchio continente.

Germania – Spagna 0 – 1: Partita molto tirata in cui le difese la fanno da padrone. La Germania sente l’assenza di Mueller e ne soffre soprattutto in velocità nelle ripartenze. Nella Spagna è sontuosa la partita di Puyol. Nel primo tempo l’unica azione pericolosa è per Villa su cui però esce l’attento Neuer. Nel secondo tempo è la Spagna a provarci maggiormente, ma la mira difetta. Ad un quarto d’ora alla fine è proprio Puyol che svetta, sugli sviluppi di un calcio d’angolo e regala la finale per la prima volta alle “furie rosse”. Nel finale Pedro ha ua ghiottissima occasione in contropiede, ma si addormenta e viene raggiunto. E finisce la partita con la Germania ancora condannata a giocare la “finalina”.

FINALE 3°/4° POSTO

Uruguay – Germania 2 – 3: Sono i tedeschi a passare con Mueller, che con questo gol vincerà la classifca capocannonieri. L’Uruguay però agguanta il pari con Cavani, che sfrutta una ripartenza dopo l’errore di Schweinsteiger. Nel secondo tempo è addirittura la “Celeste” a passare in vantaggio con il gol di Forlan, che realizza con un tiro al volo dal limite dell’area. Passano 5 minuti ed arriva il pareggio con Jansen che realizza di testa approfittando di una pessima uscita di Muslera. A 10 minti dal termine arriva il sorpasso con Khedira che risolve di testa una mischia in area. A tempo scaduto, il futuro pallone d’oro di questa edizione, Forlan colpisce la traversa su calcio di punizione dal limite dell’area. La Germania arriva per la seconda volta consecutiva 3°, per l’Uruguay c’è l’enorme soddisfazione di aver giocato un ottimo mondiale e di avere il vincitore del pallone d’oro, Forlan.

FINALE

Olanda – Spagna 0 – 1:Per la prima volta queste due squdre si affrontano in finale, l’Olanda l’ha già giocata 2 volte, per la Spagna è l’esordio assoluto in una finale. Partita non spettacolare e particolarmente violenta in cui soprattutto gli olandesi non risparmiano i calcioni, saranno ben 14 i cartellini gialli totali. Nel secondo tempo la più grande occasionece l’ha Robben che a tu per tu con Casillas si fa ipnotizzare ed il portiere riesce a mandare in calcio d’angolo. Poi è Villa ad aver una grande occasione su un errore di Heitinga, ma è quest’ultimo a rimediare e a salvare in angolo. Ci riprova ancora Robben che scappa a Puyol, ma è ancora fermato da Casillas in uscita. Si va ai supplementari, gli spagnoli reclamano un rigore per un fallo su Xavi. Poi è Fabregas ad avere la palla del 1 a 0 ma Stekelenburg para in uscita. A 10 minuti dalla fine Heitinga ferma Inista con una spinta da dietro, secondo giallo e cartellino rosso. Quando tutto sembra far pensare ai rigori ci pensa Iniesta, servito da Torres a realizzare il gol partita. Gli olandesi protestano per un precedente angolo non accordatogli da cui poi sarebbe scaturita l’occasione del gol. Gli Orange si buttano in avanti ma non cambia nulla. Per la prima volta la Spagna vince la Coppa del Mondo grazie ad una generazione di autentici fenomeni. Per l’Olanda è la 3° finale persa dopo quelle del ’74 e ’78.

PREMI

Scarpa d’Oro: Mueller (Germania) 5 gol

Guanto d’Oro: Casillas (Spagna)

Pallone d’Oro: Forlan (Uruguay)

Miglior giovane: Mueller (Germania)

alexcase619  (PRA)

thread per i commenti:http://www.powerchallenge.com/?p=forum&sub=topic&forum_id=112220&topic_id=201442

Categorie:Fanzone
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: