Home > Fanzone > Vac’ pazz pe’ Lavezzi

Vac’ pazz pe’ Lavezzi

Lavezzi inizia a giocare precocemente nelle giovanili del Boca Juniors, prima di abbandonare da adolescente il calcio dopo dei dissidi con il Club che ne detiene il cartellino, e seguire il fratello lavorando come elettricista.
Tuttavia, arriva in prova alla Fermana del presidente Battaglioni, ma non viene ingaggiato per problemi burocratici legati al suo passaporto da extracomunitario. Riprende così a giocare nell’Estudiantes di Buenos Aires in Terza Divisione, segnando diciassette gol in trentanove presenze nel 2004.
Al termine del campionato, viene ingaggiato dal Genoa, impegnato in Serie B, che decide di lasciarlo per un anno in prestito al San Lorenzo, dove realizza 9 gol in 29 presenze. Nell’estate del 2005, scaduti i termini del prestito, torna al Genoa in vista della stagione da disputare nella Serie A appena riconquistata.
Con la maglia rossoblu disputa solamente 3 amichevoli estive,
prima che un un illecito sportivo releghi il club ligure in Serie C1.

FINALMENTE il 6 luglio 2007 passa al Napoli per circa 5,8 milioni di euro, firmando un contratto di cinque anni e sceglie la maglia numero 7

I tifosi del Napoli ( IO COMPRESO) sono davvero innamorati dell’argentino Ezequiel Lavezzi.

Fin dal giorno del suo acquisto , El Pocho Lavezzi è entrato nel cuore dei napoletani, scatenando una vera mania, come non succedeva dai tempi di Diego Armando Maradona.
A Napoli dilaga infatti la vendita di prodotti di ogni tipo dedicati all’attaccante argentino.
Uno degli articoli più gettonati è la maglietta Caffè LavEzzi, che riprende il logo del Caffè Lavazza, che va letteralmente a ruba sulle bancarelle napoletane.
In rete impazzano anche numerosi fotomontaggi che sfruttano l’assonanza tra Caffè Lavazza e Caffè Lavezzi.
Si va dal Caffè Lavezzi Espresso 100% Napoletano, al Caffè Lavezzi Qualità Oro al Lavezzi Crema e Gusto.
E pensare che un caffè di Napoli, il Gran Caffè Gambrinus, servito con la scritta “Pocho” realizzata con la polvere di cacao.
La fantasia e l’originalità non mancano certo a Napoli. Oltre ai gadget classici, come sciarpe, cappelli, portachiavi, accendini, ecc., a Lavezzi sono state dedicate anche canzoni
“Lavezzi” di Luca Sepe

botti di capodanno (A capa ‘e Lavezzi) e statuette del presepe. Una vera e propria Lavezzi-mania!

Ahhhhh dimenticavo🙂

Pocho resta sempre con noi🙂

Thread per i commenti: http://www.powersoccer.com/?p=forum&sub=topic&forum_id=112220&topic_id=206924

Categorie:Fanzone
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: